Lifting interno braccia

Clinique-du-lac-Aix-les-Bains-Lifting-interne-bras

Informazioni pratiche:

  • tipo: consente di eliminare l’eccesso di pelle e di rimodellarla
  • anestesia: locale o neuroleptoanalgesia
  • durata dell’intervento: 1,5 h
  • degenza: ambulatoriale
  • desocializzazione: 2 giorni

Vantaggi: eliminando l’aspetto grinzoso, consente di mettere in mostra le braccia.

Clinique-du-lac-Aix-les-Bains-Fissare un appuntamento on-line

INFORMAZIONI IMPORTANTI SUL LIFTING INTERNO BRACCIA

I gesti e le diete ricorrenti influiscono sulla pelle della parte posteriore delle braccia. Per questo motivo il rilassamento della pelle è superiore all’eccesso di grasso. Una lipoaspirazione da sola non è sufficiente a correggere un eccesso cutaneo in questo punto, è indispensabile ritendere la pelle per migliorare questo difetto. È ciò che chiamiamo lifting interno braccia (o lifting brachiale). L’intervento ha lo scopo di realizzare l’ablazione della pelle eccedente, di ridurre l’infiltrazione adiposa sottostante e di rimodellare l’insieme. In concreto, la tecnica consiste in un’incisione per la lunghezza dell’interno braccia allo scopo di eliminare la pelle in eccesso, da associare eventualmente a una lipoaspirazione. In determinati casi, l’incisione può essere limitata a livello dell’ascella.

Da notare che l’assicurazione sanitaria non copre questo intervento, tranne in casi eccezionali di chirurgia bariatrica (problemi correlati all’obesità) che possono essere coperti in condizioni particolari.

PREPARAZIONE

Il chirurgo procede a un bilancio clinico preciso allo scopo di scegliere l’intervento più adatto per ogni caso: tipo di incisione, necessità di lipoaspirazione in contemporanea o meno. Durante il primo consulto, informa minuziosamente il o la paziente sullo svolgimento dell’intervento, sulla fase post-operatoria e sui risultati ottenibili. Porrà un’attenzione particolare a informare il o la paziente in merito alla cicatrice e alla relativa posizione. Sarà effettuato un bilancio preoperatorio allo scopo di verificare l’assenza di controindicazioni che potrebbero ostacolare l’intervento. In caso di un’anestesia vigile o generale, è previsto un consulto con l’anestesista al massimo due giorni prima dell’intervento.

Per evitare eventuali problemi di cicatrizzazione, è consigliato smettere di fumare almeno un mese prima e un mese dopo l’intervento. È assolutamente proibito assumere farmaci a base di aspirina nei dieci giorni prima dell’intervento. È indispensabili digiunare per sei ore prima dell’intervento (nessuna alimentazione liquida o solida) per alcune forme di anestesia.

ANESTESIA E OSPEDALIZZAZIONE

L’anestesista e il chirurgo si incontreranno con il o la paziente per scegliere il tipo di anestesia adatto. Questo intervento può essere praticato in anestesia vigile, (anestesia locale accompagnata da tranquillanti per via endovenosa), in anestesia generale o con una semplice anestesia locale in determinate situazioni.

È possibile ricorrere a un’ospedalizzazione ambulatoriale o breve: ingresso il giorno precedente o il giorno stesso e uscita sempre preceduta da varie ore di osservazione.

Conttataci